Informazioni circa le politiche sull’integrazione dei rischi di sostenibilità nei processi decisionali di investimento

 

Il Gruppo Eurovita si è dotato di una Politica di Sostenibilità integrata nel sistema di governo societario e nel sistema di controllo interno e gestione dei rischi, in modo che il Gruppo consideri, nel perseguire gli obiettivi strategici del piano industriale, anche i rischi e le opportunità di natura ambientale o sociale, consapevole del proprio grado di responsabilità nel generare valore in una prospettiva di lungo periodo e gestire in modo efficiente e strategico le risorse a disposizione.

Il Gruppo Eurovita ha posto tra i propri obiettivi quello di generare valore in una prospettiva di lungo periodo e gestire in modo efficiente e strategico le risorse a disposizione e li ha declinati in princìpi guida promossi all’interno di tutta la realtà aziendale. Tali princìpi affiancano quelli già dichiarati nel Codice Etico volto ad assicurare che i valori etici del Gruppo Eurovita siano chiaramente definiti e costituiscano l’elemento base della cultura aziendale, nonché lo standard di comportamento di tutti i collaboratori del Gruppo nella conduzione delle attività e degli affari aziendali.

L’impegno del Gruppo si declina con l’integrazione dei criteri di sostenibilità, relativi alle tematiche ambientali, sociali e di governance (ESG), nei processi di business, in particolare nel processo di investimento relativo alla selezione delle opportunità di investimento e nel monitoraggio del portafoglio attivi.

A tal fine il Gruppo Eurovita si è dotato di una specifica Politica di Investimento Sostenibile, nella piena consapevolezza che l’inclusione dei criteri ESG nelle strategie e nel processo di investimento consenta una migliore valutazione dei rischi e delle opportunità, in un’ottica di investimento sostenibile di lungo periodo.

In particolare, il Gruppo Eurovita intende abbinare una serie di aspetti qualitativi legati alla definizione e all’implementazione della strategia di investimento a criteri di tipo quantitativo. Con riferimento a questi ultimi, il Gruppo ha deciso di dotarsi di un sistema esterno di monitoraggio ESG. Infatti, se da un lato le informazioni extra-finanziarie messe a disposizioni dalle società sono sempre maggiori e sempre più allineate a standard condivisi, dall’altro la vastità dei dati extra-finanziari grezzi a disposizione ha indotto Eurovita a prediligere l’affiancamento ad un solido partner con comprovata esperienza nel settore di analisi di portafoglio Socially Responsible Investing (“SRI”).

Qui di seguito vengono definiti gli ambiti di applicazione della Politica di Investimento Sostenibile. Tale Politica definisce nel dettaglio per le diverse tipologie di investimento finanziario e di portafogli, le regole e gli impegni che mirano al raggiungimento di un’elevata qualità complessiva degli asset investiti in termini di sostenibilità. La strategia di Investimento Sostenibile viene attuata tramite:

  • l’adozione di liste di esclusione che limitano l’universo investibile;
  • l’integrazione di criteri ESG nelle analisi finalizzate alle scelte di investimento;
  • il monitoraggio e l’investimento in strumenti di debito associati al finanziamento di progetti con ricadute positive in termini ambientali e sociali (ad esempio Green bond e Social
    bond);
  • la mappatura dei fondi di case terze attraverso la condivisione con gli Asset Managers di una specifica due diligence che indaghi in merito all’integrazione di analisi ESG nei
    processi di investimento.

Inoltre, l’engagement delle controparti riveste un ruolo decisivo nel piano d’azione della Politica di Investimento di Eurovita. Per gli investimenti diretti, l’engagement viene realizzato prevalentemente tramite l’attività svolta dai gestori delegati, che si sostanzia nel dialogo con gli emittenti su questioni di sostenibilità e nell’esercizio dei diritti di voto connessi alla partecipazione al capitale azionario. Per gli investimenti indiretti (ovvero tramite fondi ed ETF), l’engagement avviene tramite la relazione tra la Compagnia e gli asset manager dei fondi presenti nei portafogli o nelle piattaforme di investimento dei prodotti unit linked. In termini generali, si tratta di un processo di lungo periodo, finalizzato ad influenzare positivamente i comportamenti delle imprese e dei gestori finanziari e ad aumentare il grado di trasparenza.

Liste di esclusione

Al fine di impedire l’investimento in quei settori considerati ad elevato rischio sotto il profilo dei fattori ESG, Eurovita ha adottato una politica di esclusione, con lo scopo di non esporre gli investimenti della Compagnia ai rischi che contraddistinguono le società operanti in netto contrasto con i princìpi codificati da norme e convenzioni internazionali (ad esempio in violazione dei Princìpi Globali delle Nazioni Unite), in particolare: il rischio di controversie in tema di rispetto dei diritti umani, il rischio regolamentare e il rischio reputazionale legati al mancato recepimento delle norme sulla tutela ambientale. Eurovita si impegna a non investire in emittenti che facciano parte delle liste di esclusione ivi definite e si impegna inoltre, a non investire in produttori di armi controverse che violano i princìpi umanitari fondamentali (mine antiuomo, bombe a grappolo, armi chimiche, batteriologiche o nucleari, armi di distruzione di massa ecc.) e in società il cui fatturato derivi per più del 10% dal Carbone Termico.

Integrazione dei fattori ESG nelle analisi relative agli investimenti

Eurovita analizza ex-ante gli emittenti in cui investe, sia societari che governativi, utilizzando specifici parametri qualitativi e quantitativi legati all’ambiente, al profilo sociale ed alla governance. Inoltre, con cadenza almeno semestrale, vengono svolte anche analisi ex-post sui portafogli delle principali gestioni separate e della Compagnia nel suo complesso, e i risultati dell’analisi sono presentati al Comitato per gli Investimenti di Eurovita Holding S.p.A. Per fare questo la Compagnia si avvale delle valutazioni ESG fornite dal provider esterno selezionato, società specializzata nella fornitura di analisi legate ai temi della sostenibilità.

Investimenti Green, Sociali e Sostenibili

Eurovita si impegna ad incrementare gli investimenti in obbligazioni che rientrano sotto le categorie Green, Sociale o Sostenibile e di monitorarne periodicamente l’evoluzione in termini di asset investiti.

Due diligence degli Asset managers

In merito ai fondi di investimento di case terze, Eurovita adotta una politica di monitoraggio e di valutazione del processo di investimento adottato dagli Asset Managers esterni. Tale attività si concretizza in una due diligence, realizzata tramite uno specifico questionario preparato dalla Compagnia, che ha l’obiettivo di approfondire l’integrazione dei criteri ESG nelle diverse politiche di investimento seguite dai gestori terzi. Le informazioni raccolte verranno utilizzate dalla Compagnia ad integrazione delle analisi di selezione degli strumenti, preferendo i gestori/fondi che adottano una politica di investimento sostenibile.