Soluzioni sicure e personalizzabili

Denuncia sinistro

Denuncia di sinistro tramite l’agente

Per effettuare una denuncia di sinistro, contatta il tuo agente. Insieme a lui potrai:
Verificare se il sinistro avvenuto è coperto dalla tua polizza
Ricevere un aiuto concreto per effettuare la denuncia di sinistro
Predisporre la richiesta di indennizzo e inviarla a Eurovita
Puoi trovare i riferimenti del tuo agente nell’Area Clienti oppure nelle comunicazioni relative alle tue polizze che ti inviamo periodicamente.

Denuncia diretta di un sinistro

Se preferisci effettuare la denuncia di sinistro in autonomia puoi seguire le seguenti istruzioni ed inviare tutta la documentazione a Eurovita.

Per ottenere il sostegno economico
Se a causa di un infortunio devi essere ricoverato e/o subisci una invalidità permanente, inviaci la denuncia completa dell’evento (con giorno, ora, località, cause, modalità e conseguenze), il verbale dell’Autorità giudiziaria che ha rilevato la dinamica del sinistro, il certificato di Pronto Soccorso, il certificato di degenza e lettera di dimissione (con diagnosi e/o cartella clinica inerente il ricovero, completa di anamnesi patologica prossima e remota), l’eventuale ulteriore certificazione medica, il certificato di avvenuta guarigione, la fotocopia patente di guida e il compilato in ogni sua parte.
Per richiedere l'esonero dal pagamento dei premi di polizza
Inviaci le cartelle cliniche (complete di anamnesi patologica prossima e remota, relative alla patologia che ha determinato l’invalidità), eventuali certificazioni mediche, il verbale della commissione invalidi civili. L’esonero dal pagamento dei premi sarà attivato dal momento in cui la Compagnia ti invierà la notifica tramite lettera raccomandata a/r: fino a tal giorno le rate di premio devono essere regolarmente corrisposte alle scadenze dovute, pena la cessazione della garanzia richiesta.
L'assicurato ha perso la propria autosufficienza?
Per ottenere l’erogazione della rendita vitalizia in caso di perdita dell’autosufficienza il Beneficiario o l’Amministratore di sostegno devono inviarci la richiesta (sottoscritta dal Beneficiario o dall’Amministratore di sostegno o decreto del Giudice Tutelare) che autorizza l’Esercente la potestà parentale o il Tutore a presentare la richiesta in caso di Beneficiario incapace, la fotocopia fronte/retro di documento di riconoscimento valido, la fotocopia del codice fiscale, le coordinate bancarie IBAN del Beneficiario (sigla paese, CIN Europa, CIN Italia, ABI, CAB, numero c/c), la cartella clinica o altra documentazione medica equipollente (attestante la data di insorgenza della patologia che ha causato la non autosufficienza), la relazione del medico curante, il decreto del Giudice Tutelare che autorizzi l’Esercente la potestà parentale o il Tutore o l’Amministratore di sostegno a riscuotere la prestazione in caso di Beneficiario incapace, il certificato di esistenza in vita dell’Assicurato, che dovrà essere inviato ad ogni ricorrenza annuale, per tutto il periodo in cui è prevista l’erogazione della rendita assicurata.
Se l'assicurato è deceduto a causa di infortunio o incidente stradale
Occorre inviare alla Compagnia copia del referto autoptico e dell’esame alcoolimetrico, verbale dell’Autorità giudiziaria che ha rilevato la dinamica del sinistro, nonché l’estratto del registro degli atti penali, eventuale decreto di archiviazione, originale di polizza, certificato di morte sul quale sia indicata anche la data di nascita, atto notorio in copia autentica oppure dichiarazione sostitutiva di notorietà. Ciascun Beneficiario dovrà inoltre inviare il  compilato e firmato, fotocopia fronte-retro di un valido documento di riconoscimento, fotocopia del codice fiscale.
Se l'assicurato è deceduto a causa di malattia
Occorre inviare alla Compagnia il modulo EP_004_Decesso per malattia, copia autenticata della cartella clinica relativa al primo ricovero durante il quale è stata emessa la diagnosi che ha portato al decesso, copia autenticata della cartella clinica dell’ultimo ricovero, lettere di dimissioni relative ad altri eventuali ricoveri ed eventuale referto autoptico.
Se l'aderente al piano pensionistico è deceduto
In caso di decesso dell’Aderente ad un piano pensionistico, è possibile richiedere il riscatto della polizza inviando all’Agente di riferimento o alla Compagnia il certificato di morte dell’Aderente, fotocopia del documento di identità e codice fiscale dei beneficiari, codice IBAN completo di ciascun erede, atto notorio o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà autenticata (con indicazione che l’Aderente e deceduto senza lasciare testamento e con l’indicazione degli eredi legittimi), copia autentica del testamento pubblicato dal Notaio, atto notorio con indicazione che il testamento pubblicato è l’ultimo valido e non impugnato. Se il beneficiario è minorenne e/o incapace di agire, oltre ai documenti richiesti, è necessario inviare anche l’originale o la copia del Decreto del Giudice Tutelare che autorizza il tutore all’incasso delle somme.